Tag

, ,

Sardegna Terra Di Pace che già in precedenza ha promosso un grande un pellegrinaggio a Pozzomaggiore nei luoghi della prossima Beata, organizza un pellegrinaggio il 15 Giugno in occasione della beatificazione, con un pullman in partenza da Cagliari dietro piazza Giovanni XXIII lato T-Hotel (Via dei Giudicati). Orario di partenza, programma e quota di partecipazione nell’allegata locandina. Per le iscrizioni rivolgersi ad Antonio: 3395606417 – 070501756

La beatificazione della Venerabile Serva di Dio Edvige Carboni sarà un evento grandioso per la Chiesa e per tutta la terra di Sardegna. La cerimonia avrà luogo il 15 giugno 2019 a Pozzomaggiore (SS) in diocesi di Alghero-Bosa. Il rito si svolgerà presso l’ippodromo comunale e sarà presieduto dal rappresentante del Papa, il card. Giovanni Angelo Becciu, prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi con il vescovo di Alghero-Bosa Mons. Mauro Maria Morfino (SDB).
Edvige Carboni infiammata d’amore per Gesù Crocifisso offrì la sua vita per la conversione dei peccatori, per la Chiesa, per la fine della seconda guerra mondiale. Il Signore la arricchì dei più eletti favori mistici. Soffriva la passione del Signore, ebbe il dono delle stimmate, bilocazioni, apparizioni di Gesù, della Madonna, di numerosi santi (don Bosco, san Domenico Savio, san Paolo della Croce, San Filippo Neri e numerosi altri)
Le sue spoglie mortali, che riposano attualmente nel Santuario di Santa Maria Goretti a Nettuno (RM), rientreranno a Pozzomaggiore, dove verranno collocate nella chiesa parrocchiale in cui ricevette il battesimo (Edvige ebbe la visione del ritorno delle sue spoglie nel paese con una immensa folla).
Il Servo di Dio Monsignor Ernesto Maria Piovella, che fu vescovo della sua diocesi originaria (Alghero), arcivescovo di Oristano e di Cagliari poi, di lei profetizzò che “insieme a Sant’Ignazio da Làconi e a San Salvatore da Horta, Edvige Carboni sarebbe stata onore e vanto di tutta la Sardegna”. Di lei ebbero un altissimo concetto san Luigi Orione, san Pio da Pietrelcina e il servo di Dio Padre Giovanni Battista Manzella. Il Servo di Dio fra Nazareno da Pula invitava le persone che andavano da lui a recitare tre Ave Maria in onore di Edvige Carboni per ottenere la grazia.
Il messaggio più grande che ci viene da Edvige è quello di amare Gesù, Gesù Crocifisso morto e risorto per noi. Era tanto il fuoco dell’amore per Gesù che ardeva nel suo cuore da bruciare la camicia che indossava, perciò scriveva: «Se fossi un angelo, prenderei una tromba, farei il giro dell’oceano e griderei a tutti gli esseri umani: amate Gesù, amatelo, amatelo uomini, amatelo il buon Gesù, ricordate che è morto in croce per salvare a noi miseri peccatori».