Tag

,

Si riporta qui sotto, il commento di Padre Hananias al Messaggio Ordinario Mensile dato dalla Regina della Pace alla veggente Marija il 25 Novembre 2013:

Anche in questo messaggio la Madonna ci invita nuovamente come una tenera madre alla preghiera. Non ci costringe mai a pregare, ma nel suo immenso amore ci invita con insistenza a pregare finché la preghiera non diventi un incontro gioioso con Dio. Inoltre ci ricorda che Dio ha dato ad ognuno di noi la libertà e Lui potrà operare in ognuno di noi solo se noi lo vogliamo e Glielo permettiamo. La Madonna rispetta la nostra libertà e si sottomette umilmente alla nostra libertà. “…Dio ha dato a tutti la libertà, che io rispetto con tutto l’amore; ed io mi sottometto – nella mia umiltà – alla vostra libertà.” [25/11/1987] Non vuole forzarci, ma ci richiama con pazienza e senza stancarsi a dedicare più tempo alla preghiera e a mettere la preghiera al primo posto. Solo così potremo comprendere il valore della preghiera. “…non siete in grado di comprendere quanto valore ha la preghiera finché non dite a voi stessi: ‘Adesso è il tempo di pregare. Adesso null’altro e importante per me. Adesso per me nessuna persona è importante all’infuori di Dio’. …dedicatevi alla preghiera con amore particolare, così Dio potrà ricompensarvi con le sue grazie.” [2/10/1986]In particolare la Madonna ci invita ad aprire i nostri cuori alla preghiera per poter pregare con il cuore. Dio è Amore e la preghiera è l’incontro con Dio che vuole essere nostro amico, vuole riempirci di tante grazie. Solo attraverso la preghiera possiamo imparare ad avere fiducia in Dio nostro Padre e abbandonarci totalmente a Lui. Più lasciamo entrare Dio nella nostra vita più il Suo Amore ci trasforma e ci guarisce dal nostro egoismo e ci apre sempre più all’amore verso il prossimo.
La Madonna è stata molto chiara: se non preghiamo col cuore e se non lasciamo operare l’Amore di Dio nei nostri cuore non c’è vera conversione. Il frutto della nostra conversione che dura tutta la nostra vita sarà una fede sempre più forte e un amore sempre più grande per Dio “nostro Signore e nostro tutto”. Più conosciamo Dio e il Suo immenso Amore per noi più comprenderemo che tutto il resto è niente, futile e passeggero. L’unica cosa che conta nella vita è conoscere il Suo Amore, lasciarsi infiammare dal Suo Amore e rispondere al suo Amore amandoLo con tutte le nostre forze, tutta la nostra mente e tutto il nostro essere e amarLo nelle persone che ci fa incontrare lungo il corso della nostra vita.
Chiediamo in questo messe la grazia a Maria nostra madre che possiamo mettere Dio al primo posto nella nostra vita ed abbandonarci totalmente al Suo Amore.

 
 

Padre Hananias Kablan - Foto di Sardegna Terra di Pace - Tutti i diritti riservati

P. Hananias

Padre Hananias

Sacerdote della Comunità Mariana “Oasi della Pace”, attualmente presta la sua opera pastorale presso Ussana – Punta Sebera sede distaccata del Santuario della Madonna del Carmelo.