Tag

,

Si riporta qui sotto, il commento di Padre Hananias al Messaggio Ordinario Mensile dato dalla Regina della Pace alla veggente Marija il 25 Gennaio 2014:

Anche in questo messaggio la Madonna ci invita con insistenza a pregare: “Pregate, pregate, pregate …”. Varie volte, in questi anni, la Madonna ripete per tre volte l’invito alla preghiera:
– … affinché abbiamo i suoi stessi sentimenti [19.04.1984]
– … affinché il suo cuore non pianga lacrime di sangue [24.05.1984],
– … per utilizzare e sfruttare meglio ogni momento di questo tempo di grazia [25.08.2005, 25.07.2000]
– … per comprendere le parole di Maria [25.09.1997]e l’amore di Dio per noi [25.02.2001]
– … per stare vicino a Gesù [25.08.2006, 25.11.2006]
– … per aprire il cuore a Dio e fare ciò che lo Spirito Santo ci ispira [25.05.1993]
– … perché la preghiera diventi vita e la vita preghiera[25.08.1998, 25.11.2005] e gioia [25.10.2000]
– … per diventare segni dell’amore di Dio per gli altri [25.08.2009] e portatori di pace e della gioia di Dio [25.10.1997]
– … perché la preghiera opera miracoli [25.10.2001]
– … perché il nostro cuore si apra e sia sensibile alla parola di Dio [25.11.1997].
a volte non dice nient’altro che questo: “Pregate, pregate, pregate!” [21.06.1984, 23.08.1984, 25.06.1991] fino al punto di dire “Ora desidero dirvi soltanto questo: pregate, pregate, pregate! Non so che cosa dirvi altro, perché io vi amo e desidero che nella preghiera conosciate il mio amore e quello di Dio.” [15.11.1984].Certamente il messaggio più importante di Medjugorje è l’invito alla preghiera e alla conversione perché la Madonna vuole non solo fare un luogo di preghiera a Medjugorje, ma anche un luogo di incontro dei nostri cuore con il Suo Cuore e il Cuore di Gesù affinché si fondino in un unico cuore di amore e di pace [25.07.1999].
La Regina della Pace desidera insegnarci a pregare.. a pregare con il cuore. Lei desidera che attraverso la preghiera la pace entri nei nostri cuori e scorra dai nostri cuori come un fiume nel mondo [25.02.1991]. Lei ci chiede di leggere la Parola di Dio ogni giorno, in famiglia, per imparare a pregare con il cuore. “Mettete la Sacra Scrittura in un luogo visibile nella vostra famiglia e leggetela; così conoscerete la preghiera del cuore e i vostri pensieri saranno in Dio [25.01.2007].
Più leggiamo la Parola di Dio e più nutriamo il nostro cuore con la Parola di Dio più la Sua Parola illuminerà il nostro cammino e ispirerà le nostre azioni. Gesù ha parole di vita eterna e vuole che la Sua Parola sia in noi e noi in Lui. Gesù insiste tanto che non ascoltiamo soltanto la Parola di Dio, ma che la mettiamo in pratica. Anche S. Paolo ci esorta che la Parola di Dio di dimori in noi abbondantemente (Col.3,16)…. Fino al punto che potremo dire con S. Paolo non sono più io che vivo, ma è Cristo che vive in me, avendo gli stessi pensieri e sentimenti Cristo. A questo la Madonna ci vuole portare gradualmente.
Mettere la Sacra Scrittura in un posto visibile nelle nostre case e un grande aiuto per ricordarci ogni giorno l’importanza di lasciarci guidare dalla Sua Parola e soprattutto di vivere la Parola di Dio [25.01.2006]. e di insegnarla ai figli [25.08.1996]. Dio vuole parlare al nostro cuore con le Sue parole che sono parole di vita eterna o come dice anche la Madonna parole di pace.
Con la preghiera e la lettura della Sacra Srittura le parole di pace non solo entrano,ma scorrono nei nostri cuori …. [25.01.2014] entra nella nostra famiglia lo Spirito Santo che ci rinnoverà [25.04.2005] e i nostri pensieri saranno in Dio [25.01.2007] e impareremo come Dio ama il Suo popolo [25.01.1999]
Anche la Chiesa come una tenera madre ci richiama attraverso varie documenti a prendere la parola di Dio in mano a leggerla e meditarla. In una bella lettera per la quaresima il papa emerito Benedetto XVI insisteva che la preghiera quotidiana della parola di Dio è insostituibile per un cristiano. Penso che la Chiesa non si era mai espressa in un modo così forte e autorevole su questo argomento: “insostituibile” vuole dire proprio “insostituibile”, cioè che non può essere sostituita da nessun altra cosa per quanto buona che sia. Come per dire:
“Preghi la Coroncina della Misericordia,le preghiere di S. Brigida, ecc.?
Fai bene, ma tutto ciò non sostituisce la lettura e la preghiera della Parola di Dio!
Digiuni due volte alla settimana?
Fai bene, ma ciò non sostituisce la lettura e la preghiera della Parola di Dio!
Fai tante opere di carità e dai la metà dei tuoi beni ai poveri?
Fai molto bene, ma anche questo non sostituisce la lettura e la preghiera della Parola di Dio”
Perché come ci insegna la Chiesa la lettura e la preghiera della Parola di Dio è insostituibile per un cristiano che vuole vivere cristianamente. Non può essere sostituita! La Madonna sa come il nostro cuore ha bisogno di essere nutrito del pane della Parola di Dio e per questo insiste con dolcezza e amore su questo argomento.
In più ci fa capire che il tempo in cui viviamo è un tempo particolare,un tempo di grazia, un tempo speciale e leggendo e vivendo la Sacra Scrittura, nella preghiera, possiamo capire i segni di questo tempo [25.08.1993] e Dio ci aiuterà a scoprire la vera ragione della Sua venuta – come Regina della pace – e a scoprire nella Sacra Scrittura il messaggio che è per noi: “Pregate,Dio vi aiuterà a scoprire la vera ragione della mia venuta. Perciò, figlioli, pregate e leggete la Sacra Scrittura perché, attraverso la mia venuta, possiate scoprire nella Sacra Scrittura il messaggio che è per voi.” [25.06.1991].
Ascoltiamo con amore queste dolce parole di Maria, nostra madre,e cerchiamo di metterle in pratica affinché Gesù possa parlare al nostro cuore e la Sua parola trovi nei nostri cuori un terreno fertile e accogliente per essere aperti a fare la volontà di Dio e portare molto frutto.
Vi benedico e vi auguro un mese ricco di grazie e benedizioni!

Padre Hananias Kablan - Foto di Sardegna Terra di Pace - Tutti i diritti riservati

P. Hananias

Padre Hananias

Sacerdote della Comunità Mariana “Oasi della Pace”, attualmente presta la sua opera pastorale presso Ussana – Punta Sebera sede distaccata del Santuario della Madonna del Carmelo.