Tag

,

Si riporta qui sotto, il commento di Padre Hananias al Messaggio Ordinario Mensile dato dalla Regina della Pace alla veggente Marija il 25 Gennaio 2014:

In questo messaggio la Madonna ci invita a guardare intorno a noi, ad aprire gli occhi per vedere il mondo in cui viviamo. Se guardiamo alle persone che incontriamo e ascoltiamo le loro parole possiamo vedere e sentire che “nei cuori di molti uomini non c’è Dio” [25.02.2014], non c’è quel Amore, quel Fuoco che Gesù è venuto a portare ed accendere nei nostri cuori.
“La bocca esprime ciò che sovrabbonda dal cuore” [Mt.12,34]; e se il cuore è pieno di Dio allora si vede anche riflesso nelle nostre azioni. “L’uomo buono dal suo buon tesoro trae fuori cose buone, mentre l’uomo cattivo dal suo cattivo tesoro trae fuori cose cattive” [Mt 12,35]. Più siamo uniti a Dio più possiamo percepire, sentendo le parole e vedendo le azioni di una persona, se in lei dimora abitualmente Dio o meno. “Dal frutto infatti si conosce l’albero [Mt 12,33]”, ci insegna Gesù. E se Dio ci permette di conoscere questo, non è per giudicare le persone o sentirci superiore ad esse,ma soprattutto perché Lui desidera che ci avviciniamo ancora di più e con più amore a queste persone per attirarle a Lui facendoli sentire il Suo Amore. “Siate quelli che attirano le anime a Dio e non quelli che le allontanano” [25.02.2004]. “Siate le mie mani tese in questo mondo che mette Dio all’ultimo posto” [25.02.2005]. La Madonna vuole portare più anime possibile a Dio con il nostro aiuto. Più ci lasciamo usare da lei più saremo le sue mani tese che accolgono le anime ferite dall’egoismo, le stringe al suo petto e le presenta a Gesù per guarirle col Suo Amore.
La Madonna ci insegna anche il motivo perché in molti cuori non c’è Dio: “non lo vogliono … sono lontani dalla preghiera e per conseguenza non hanno la pace nel cuore” [25.02.2014]. La pace è frutto della preghiera, di una vita vissuta in comunione con Dio. Chi si priva dell’amicizia con Dio non può avere la pace nel cuore e non può portare la pace agli altri. Per questo la Regina della pace ci esorta a deciderci per Dio: “… perché l’allontanamento da Dio ha come frutto la mancanza di pace nei vostri cuori. Dio è solo pace. Per questo avvicinatevi a Lui tramite la preghiera personale e, dopo vivete la pace nei vostri cuori. Così, la pace dei vostri cuori potrà scorrere come un fiume in tutto il mondo” [25.02.1991]. “Siate coloro che portano la pace agli altri” [25.02.2003].
La Madonna sa che la preghiera e una vita virtuosa ci avvicina a Dio e che i peccati, invece, ci allontanano da Lui. Non dobbiamo mai scoraggiarci se cadiamo per la nostra fragilità e debolezza e se ci allontaniamo per un istante da Lui, ma dobbiamo subito rialzarci, confessare i nostri peccati e di nuovo deciderci per Dio, nostro Padre, e deciderci di mettere l’Amore di nuovo al primo posto nella nostra vita. Dio è un Padre e vigila con tenerezza e premura suoi nostri passi.
Molti non vogliono Dio nel cuore e non Lo cercano e la Madonna, come tenera madre, soffre molto per questi suoi figli che mettono Dio all’ ultimo posto. Molti di loro forse non sanno neanche di che cosa si privano e che si possa vivere la nostra vita terrena in un modo molto diverso di come vivono attualmente. Molta gente non solo si priva di Dio nel cuore, ma è piena di odio e per questo Lei ci chiede di portare amore dove c’è odio e pace dove non c’è pace. La Madonna ci invita con insistenza a essere le sue mani tese in questo mondo [25.02.2005] vivendo i messaggi, pregando e vivendo i comandamenti di Dio per poter far scorrere un fiume d’amore tra la gente [25.02.1995]. Più preghiamo e più viviamo i comandamenti di Dio con tutto il cuore, tutta la mente e tutte le nostre forze, più saremo una testimonianza per questo mondo senza Dio. Lei ci chiede di pregare e di testimoniare con la nostra vita l’amore di Dio. “Che la vostra giornata sia intessuta di piccole ardenti preghiere per tutti coloro che non hanno conosciuto l’amore di Dio” [25.02.2008].
“Pregate in modo particolare per coloro che non hanno conosciuto l’amore di Dio e testimoniate con la vostra vita perché anche loro possano conoscere Dio e il suo incommensurabile amore” [25.02.2000]. “Convertitevi e lavorate affinché più anime possibili incontrino Gesù e il suo amore” [25.02.2002].
Un altro motivo per cui la Madonna desidera che ci avviciniamo a Dio è per proteggerci di più: “Oggi v’invito ad avvicinarvi ancora di più a Dio attraverso la preghiera; solo così potrò aiutarvi e proteggervi da ogni attacco satanico. Io sono con voi e intercedo per voi … mi sono però necessarie le vostre preghiere e il vostro sì …. Perciò avvicinatevi a Dio, perché Lui vi protegga e vi preservi da ogni male” [25.02.1992].
E inoltre: “Soltanto se vi avvicinate a Gesù capirete l’amore incommensurabile che egli ha per ognuno di voi” [25.02.1998].
Alla Madonna sono necessarie le nostre preghiere e il nostro “sì”. Soprattutto con la preghiera e la rinuncia apriamo il nostro cuore a Dio ed esprimiamo il nostro sì a Lui e alla Sua volontà: che Lo vogliamo come amico, crediamo nelle sue parole, lo riconosciamo nostro Padre… e Lui in cambio ci darà grazie in abbondanza. “… con la preghiera e la rinuncia dite “sì” a Dio e lui vi darà in abbondanza” [25.02.2006]. In ogni messaggio la Madonna ci ringrazia per aver risposto alla sua chiamata e in modo speciale lo dice a chi ha risposto in pienezza. “Ringrazio Dio in modo particolare per tutte le vocazioni di coloro che hanno detto “sì” a Dio in pienezza” [25.12.2000].
Grazie Maria che ci hai chiamati e ci accompagni in questo cammino di abbandono totale a Dio!
Cari amici, rinnoviamo anche oggi il nostro sì a Dio e chiediamo da Lui la grazia di poter perseverare fino alla fine e portare molte anime a Lui. Vi benedico di cuore.

Padre Hananias Kablan - Foto di Sardegna Terra di Pace - Tutti i diritti riservati

P. Hananias

Padre Hananias

Sacerdote della Comunità Mariana “Oasi della Pace”, attualmente presta la sua opera pastorale presso Ussana – Punta Sebera sede distaccata del Santuario della Madonna del Carmelo.