Tag

, , , , ,

Sabato 15 ottobre 2016, a San Nicolò d’Arcidano (OR) si è svolta la festa della Regina della Pace, in occasione del 4° anniversario della dedicazione della piazza e della benedizione della statua della Regina della Pace. Celebrazione di ringraziamento alla Madre del Signore per tutti i benefici e per l’inizio lavori della costruzione del Tempio della Regina della Pace.

Notevole è stato l’afflusso di fedeli che, animati da un forte spirito di preghiera, sono giunti da varie parti della Sardegna. La celebrazione è iniziata intorno alle 15:30 con la preghiera della Coroncina alla Divina Misericordia, seguita dal Rosario e dai Misteri intervallati con canti mariani. Si è svolto, quindi, il rito di benedizione di inizio lavori della nuova chiesa. In processione il Vescovo e i presbiteri, preceduti dalle confraternite del rosario e del crocefisso, hanno raggiunto il posto presso il simulacro della Regina della Pace. Il vescovo dopo l’incensazione della statua della Madonna, ha dato inizio alla cerimonia di benedizione con il saluto e l’esortazione del salmo:“Se il Signore non costruisce la casa, invano faticano i costruttori”. È seguita la proclamazione della parola di Dio dalla prima lettera ai Corinzi di San Paolo:“Siete l’edificio di Dio”, con la preghiera dei fedeli. Sono seguite le preghiere di benedizione. “Benedici i tuoi figli che ti offrono l’inizio dei lavori in quest’area, frutto della generosità e dell’impegno comune, per edificarvi un tempio in onore della Vergine Maria Regina della Pace”. Il vescovo con i ministranti ha percorso l’area su cui verrà costruito il tempio aspergendola con l’acqua benedetta. A conclusione del rito tutto il popolo ha cantato “Deus ti salvet, Maria”.

Terminata la cerimonia di benedizione, è seguito il saluto del Sindaco E. Cera che ha sottolineato la collaborazione e la sinergia con la parrocchia, accennando ad uno sviluppo importante del progetto Piazza Regina della Pace, riaffermando il suo pieno sostegno alla realizzazione.

La celebrazione eucaristica è stata presieduta da S.E. Mons. Padre Roberto Carboni Vescovo della diocesi di Ales-Terralba, concelebrante il parroco don Gianpietro Fanari con altri sacerdoti della stessa diocesi e di altre diocesi della Sardegna. La liturgia eucaristica è stata solenne, sentita e partecipata. Particolarmente toccante e profonda è stata l’omelia del vescovo Padre Roberto. Ascoltato con grande attenzione e silenzio dai numerosi presenti, ha trattato il tema della preghiera e della pace, invitando a cogliere il significato profondo, personale e comunitario della costruzione del Tempio Regina della Pace. Le musiche e i canti particolarmente suggestivi, sono stati curati dal coro parrocchiale. Dopo, molto apprezzato, c’è stato l’omaggio di Erica alla Madonna col canto dell’Ave Maria di Schubert. Una ragazza di Cagliari che, dopo aver cantato nelle selezioni di miss Italia in Sardegna, ha coronato il suo desiderio di offrire con un canto la sua voce alla Madonna.

Dopo la messa ha avuto luogo l’Adorazione Eucaristica con la preghiera di guarigione: momento, quest’ultimo, particolarmente intenso. Toccante anche il momento della preghiera alla Regina della Pace per la Sardegna. A termine dell’evento, mentre il gruppo dei cantori eseguiva diversi motivi delle melodie mariane tipiche, i fedeli si assembravano commossi vicino alla statua, sostando in preghiera e contemplazione. Tutto si è svolto in un intenso spirito di preghiera e di gioia.

Lode a Maria, Regina della Pace che riunisce i suoi figli per benedirli, colmarli delle sue grazie e renderli partecipi della sua opera di riconciliazione e di pace.